Menu

      

Joseph Pioz, l'infallibile

I campioni del Mondo 1950-1951-1952
Million, Pioz, Roissard e Reffet.
Campioni del mondo 1950-1951-1952.

Quando negli anni "60" a Granaglia fu chiesto chi riteneva fosse stato il giocatore più forte di tutti i tempi, disse Gallarato, seguito da Pioz e Millon. Naturalmente non era ancora esplosa la stella Bernard Cheviet. Ma chi era Joseph Pioz ? Era sicuramente un fuoriclasse. Un bocciatore infallibile che divenne famoso in Francia alla fine degli anni "40". Con Million, Roissard e Reffet, formò una quadretta davvero imbattibile, che detenne per anni il record di vittorie consecutive nel campionato del mondo, ne vinse ben tre. Pioz si mise in luce nel 1949, quando vinse il titolo di campione di Francia a quadrette con il capitano Roissard, Reffet e Blanc. Subito fu inserito nella nazionale francese, dove vinse subito il primo titolo mondiale. In semifinale Pioz - Million - Roissard - Reffet ebbero la meglio dei connazionali, Charbonnier - Chapurlat - Cagna - Sotton, vinsero col punteggio di 15-11, Pioz fu quasi perfetto, colpì 25 bocciate su 27, mentre nell'altra semifinale Gallarato (il grande) sconfiggeva il quartetto francese di Sanial - Vernet - Froissier - Geranton con il punteggio di 15-7 e colpì 25 bocciate su 29. Si prospettava così una grande sfida fra il vecchio Gallarato e l'astro emergente Pioz.

Anche in finale fu battaglia vera, ma non bastarono le 16 bocciate colpite da Gallarato e le 10 colpite da Lanzi non bastarono nemmeno gli accosti di Michel e Teisseire per avere la meglio della formazione di Pioz, che vinse col punteggio di 18-9. Pioz, ne colpì 22 su 28 e Reffet 11 su 12, Million 2 su 2. Anche in campo nazionale, Pioz con i compagni campioni del mondo centrarono il titolo di campioni di Francia a quadrette, e sempre con la stessa formazione i 4 uomini d'oro si ripeterono nel 1951 e 1953. Così che Pioz, raggiunse i 4 titoli francesi assoluti. Nel 1951 Joseph si aggiudicò il secondo titolo mondiale in quel di Genova, a Marassi, questa volta il quartetto battè la Francia di Remy - Simonin - Balma - Arsac, in semifinale col punteggio di 18-13 mentre la Francia di Chiapponi - Gonthier - Poncet - Chaillan, battè l'Italia di Camusso - Gaggero - Maroli - Maccagno, per 18-4, la finale fu poi vinta dal solito quartetto per 18-1. sempre nel 1951, i 4 infallibili si aggiudicavano il Torneo internazionale di Bourgoin che rivinsero anche nel 1952 e nel 1953. Il terzo titolo mondiale arriva consecutivamente a Monaco, dove l'imbattibile quadretta questa volta batte in semifinale l'Italia di Camoirani - Canepa - Olivieri - Granara per 18-2 ed in finale i connazionali Zaccardelli - Di Rocco - Flaiban - Serratrice per 18-13. Pioz, è stratosferico, ne colpisce 28 su 32 con ben 8 ferme ed un pallino. Zaccardelli si salva 4 volte sul pallino ma alla fine dopo 29 giocate, deve cedere. L'anno seguente, Pioz si aggiudica l'ambito titolo a Lione, Place Bellecour sempre con i suoi 3 compagni di ventura, ma a Losanna deve cedere il titolo mondiale ai connazionali Michel - Morer - lanzi e Marty che si impongono nella finale per 18-13. Pioz ne colpisce 20 su 28 con 2 ferme e 1 pallino, ma Morer fa meglio di lui , 18 su 21. Ma Pioz non finisce di stupire e nel 1954, si aggiudica il titolo di campione d'Europa, vincendo la Coppa Principe di Monaco questa volta con il grande Millon- Marty e Lanzi.

Nel 1954 e nel 1955, l'infallibile non viene selezionato per i mondiali e al rientronel 1956, vince tutto, a Monaco si aggiudica il suo secondo titolo continentale, fu questa la formazione penso più spettacolare di sempre per i framcesi, che misero in campo tutti i fuoriclasse: Gallarato- Milloon - Pioz- Marty, poi sempre nel 56 a Torino si aggiudica il suo quarto titolo mondiale con Millon - Didier e Dreyfus. In semifinale i quattro francesi battono Bertetti - Baroetto - Corno - Bordone per 18-5 e Pioz è di nuovo infallibile, 10 su 10 con 4 ferme, mentre Millon ne colpisce 11 su 15. la finale è segnata, camusso - Garino - Razore - Piccardo, soccombono per 18-6 in 13 giocate. Nel 1957, sappiamo tutti che fine fecero i francesi sconfitti per la prima volta dagli italiani in finale per 18-17 Pioz ne colpì 7 su 10 con una ferma ed un pallino, in veste di secondo bocciatore, mentre Carrera, il nostro secondo ne colpì 13 su 17.Millon 19 su 24 con 5 ferme, e Granaglia 14 su 23 con 4 ferme. Fino alla semifinale, Pioz era stato perfetto, 15 su 16 nell'incontro vinto 18-2 contro la quadretta di Reffet - Roux - Blein e Million. unica consolazione, per Pioz, nell'annata, la vittoria al torneo di Gap con Millon - Didier - Dumollard. Nasce una nuova stella, Umberto Granaglia e tramonta quella di Joseph Pioz, nel 1958 nel mondiale in Belgio è solo 5° , gioca con Didier - Milion- Fillon e sarà questa la sua ultima comparsa ad un campionato del mondo. Pioz non riesce nemmeno a vincere l'Europeo che gioca con fior di giocatori come Gallarato, Milon e Imbert, la finale sarà italiana per 3-2 nei 5 incontri disputati ed andrà a Carrera, Cuneo, Baroetto e Rivano. Mentre Millon e Granaglia si sfidavano senza esclusioni di colpi per il titolo iridato, Pioz sta ormai a guardare commentando le imprese dei due. Si chiude qui il profilo su Joseph Pioz uno dei più grandi bocciatori della storia e senza dubbio con Cheviet, Gallarato e Millon, uno dei quattro piu grandi campioni francesi.

 

 

Accedi per commentare

"Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perché viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa.

Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001."