Menu

      

Alassio capitale delle bocce. A fine settembre l'EuropeoEuropei di Volo ad Alassio Cinque i piemontesi in azzurro

 

Mauro Roggero, Emanuele Ferrero, Daniele Grosso, Luca Melignano e Matteo Mana, saranno con il ligure Emanuele Bruzzone, gli azzurri alla prossima edizione del Campionato Europeo del volo in programma ad Alassio. Da giovedì 27 a domenica 30 settembre gli otto campi allestiti all'interno del PalaRavizza si coloreranno delle insegne degli atleti in lizza per i sei titoli in palio: individuale, a coppie, combinato, tiri di precisione e progressivo, e staffetta. Per l’occasione il commissario tecnico Enrico Birolo farà affidamento su Mauro Roggero, nel tiro progressivo e staffetta, Emanuele Ferrero, nella staffetta, Daniele Grosso nel tiro di precisione e coppia, Luca Melignano, nella coppia, e Matteo Mana nell’ individuale, mentre Bruzzone si cimenterà nel combinato.

L’Italia, che due anni fa a Nizza ha conquistato cinque medaglie, tra cui due d’oro con Melignano, nell’individuale e nella coppia con Grattapaglia, proverà a salire sul podio in tutte le prove, dovendo però fare i conti in particolare con i quotati portacolori di Francia, Croazia e Slovenia.

Dopo l'edizione del 2008 a Savigliano (CN), l'Europeo torna in Italia per la settima volta ed è stata scelta Alassio. Un titolo acquisito non solo grazie alla Targa d'Oro, giunta alla 65esima edizione, ma alle finali di Coppa Europa di Club maschili e femminili del 2011 ed alla “final four” di serie A maschile e femminile di quest'anno.

Sono trascorsi 38 anni da quando in Liguria si disputò la seconda edizione dell'Europeo, ospitata nel Palasport di Albenga e vinta dall'Italia con Benevene, Granaglia, Granara, Suini e Vai.

Campionato Europeo del volo, da quest'anno è abbinato alla Coppa Mario Occelli, un sostegno economico a favore della competizione continentale per 25 edizioni.

  

 

Accedi per commentare

"Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perché viene aggiornato senza alcuna periodicità fissa.

Non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001."